La geotermia profonda in Svizzera invece riprende slancio

Bisogna dire che anche se ci occupiamo solo di geotermia ad uso abitativo e quindi per scaldare o raffreddare la casa, é sempre interessante alzare lo sguardo e guardare quanto si sta facendo con quella pensata per la produzione di elettricità. Soprattutto se basta dare un’occhiata ai vicini di casa in Svizzera.

Geotermia a grande profondità

Se infatti con la geotermia noi usiamo il sottosuolo raggiungendo basse profondità (meno di 150m), la geotermia profonda cerca di raggiungere strati profondi con o senza percolazione d’acqua a profondità di ben oltre i 1000 metri. L’obiettivo é raggiungere temperature di oltre 100 gradi e usare l’acqua sotto forma di vapore. Piu’ facile a dirsi che a farsi. E’ una grande e rischiosa opera ingegneristica in tutto e per tutto.

Il nostro amico geologo svizzero, ci informa che nella vicina Confederazione si sta pensando ad un rilancio di questa tecnologia. Si chiama Enhanced Geotermal System, o anche Petrogeotermia, se posso tradurrlo così, o anche Geotermia Termale Profonda. In effetti, tutti ormai sanno che sotto di noi c’é molto calore da sfruttare. Se possibile senza causare danni. I quali non sono causati da strani fluidi esoterici sotterranei, ma molto piu’ prosaicamente dall’attività di trivellazione che puo’ provocare dei crolli di strati geologici profondi e quindi dei tremori in superficie. Proprio così, dei veri e propri terremoti. E’ quello che é appunto successo a Basilea (2006) e San Gallo (2013) con terremoti sentiti dalla popolazione (che si é spaventata) e pari a ca. 3.5 gradi sulla scala Richter.Earano causati dallo scavo non ancora terminato (a 5000m di profondità).

Come si presenta una trivellazione per la geotermia profonda. E’ proprio come una torre petrolifera di trivellazione. In effetti, si tratta dello stesso tipo di perforazione, costosissimo, con gli stessi mezzi e le stesse ditte e personale che lavorano nel settore petrolifero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *